Posted 1 year ago
Posted 3 years ago
elvira:

jealousofyourcigarette:

thismightsuck:

if i ever get married, this will be my cake topper…

Yeah… I’ve got a feeling this will be mine too.

elvira:

jealousofyourcigarette:

thismightsuck:

if i ever get married, this will be my cake topper…

Yeah… I’ve got a feeling this will be mine too.

Posted 4 years ago
Almeno Mussolini aveva qualche ideale..

Mia nonna, ex partigiana, su Berlusconi. Per dire. (via unavoceacaso) (via batchiara)

Per dire.

(via emmanuelnegro)

(via curiositasmundi)

Mia nonna, che è una vecchietta che ha superato di molto i novant’anni, legge ancora La Repubblica e si ritaglia e sottolinea alcuni articoli. Ogni tanto mi mostra una qualche gaffe di Berlusconi & co. e mi chiede, rivolgendomi i suoi occhi umidi da dolce vecchietta: “Ma… ma… non ci facciamo una brutta figura?”

Mi si spezza il cuore, mi si spezza.

(via 3141592)

(via 3n0m15)

(via danyx)

Posted 4 years ago

Brano dei Negrita censurato

davidelico:

MTV e altre emittenti radiofoniche hanno deciso di censurare il brano del gruppo aretino NegritaIl libro in una mano, la bomba nell’altra” a causa della forte vena polemica nei confronti del clero e di alcuni comportamenti ipocriti ed errati della Chiesa.

Personalmente la trovo una scelta molto poco democratica e paraculistica: ci sta il rispetto per le istituzioni, ma la libertà di opinione deve essere sempre garantita.

Ecco il video:

Testo di Il Libro in una Mano la Bomba nell’Altra

Fan Page Negrita su Facebook

Posted 4 years ago
Posted 4 years ago

monicagellerb:

  • The Simpsons - Once Upon a Time in Springfield
Posted 4 years ago

“Tu in che via abiti?

“Io abito in via craxi, corruttore, e tu?

“Io in via Bilancia serial killer, ma la mia fidanzata sta messa meglio di tutti, lei vive in largo dell’utri mafioso, e sua zia in Piazza Totò Riina, Padrino.”

“Eh sì! La più fortunata è Giovanna.”

“Perché?”

“Perché lei vive a via rosa berlusconi madre.”

Posted 4 years ago
Berlusconi: “Mai fatto leggi ad-personam. Ne hanno usufruito tutti: dal presidente del Consiglio al proprietario di Mediaset, dal proprietario della Mondadori al presidente del Milan, dal leader del Pdl al proprietario della Medusa, dall’azionista di maggioranza della Standa all’ex marito di Veronica Lario….”
Schizofrenia (via parresia) (via tigella) (via paz83) (via emmanuelnegro) (via coqbaroque) (via bisax)
Posted 4 years ago

frattaglia:

Il natale, il problema del natale, non si tratta di essere snob o di aver avuto una brutta infanzia, almeno non per me, si tratta di occhi e di quello che ti passa davanti. E allora si parla di madonne che vengono giù al totale della spesa, coppie che litigano su quello che si è comprato, i rimproveri, il rinfacciarsi un parente in più o in meno, e la fila, lo stress, “eh mo’ basta questo è l’ultimo anno” e avanti così con tutto il repertorio; ogni anno presenti a ripetere tutta la filastrocca sbuffando e imprecando. Non ho la pretesa di sapere perchè si rimane attaccati con le unghie e con i denti a qualcosa che rende scontenti, chiedelo a chi è più bravo di me; io sono solo un povera cassiera che vi dice cosa vede, e quello che vedo, è che sono tutti incazzati neri

Posted 4 years ago
phonkmeister:

“La polizia smentisce però, attribuendo il gesto a un pazzoide. Ecco, a me, sulla parola “pazzoide” è venuta in mente una striscia a fumetti pubblicata negli Stati Uniti agli inizi del ‘900 e intitolata Krazy Kat. La striscia era semplicissima: rappresentava il rapporto un po’ stralunato fra un topo e un gatto, col topo che lanciava ogni volta in testa al gatto un mattone, finendo poi in prigione, e il gatto che interpretava questo gesto del topo come un atto d’amore. Ecco, mi chiedo, e se avessimo sbagliato tutto? Noi subito abbiamo pensato a un attacco allo Stato, attraverso il personaggio pubblico Berlusconi. Ma se invece di un gesto d’odio quello di Tartaglia fosse stato un gesto d’amore?” (tonio rasputin: considerazioni sul pestaggio di berlusconi via Paolo Ferrucci) Non ci avevo pensato. E dire che sono stato e sono un grande fan di Herriman.

phonkmeister:

La polizia smentisce però, attribuendo il gesto a un pazzoide. Ecco, a me, sulla parola “pazzoide” è venuta in mente una striscia a fumetti pubblicata negli Stati Uniti agli inizi del ‘900 e intitolata Krazy Kat. La striscia era semplicissima: rappresentava il rapporto un po’ stralunato fra un topo e un gatto, col topo che lanciava ogni volta in testa al gatto un mattone, finendo poi in prigione, e il gatto che interpretava questo gesto del topo come un atto d’amore. Ecco, mi chiedo, e se avessimo sbagliato tutto? Noi subito abbiamo pensato a un attacco allo Stato, attraverso il personaggio pubblico Berlusconi. Ma se invece di un gesto d’odio quello di Tartaglia fosse stato un gesto d’amore?” (tonio rasputin: considerazioni sul pestaggio di berlusconi via Paolo Ferrucci)
Non ci avevo pensato. E dire che sono stato e sono un grande fan di Herriman.

Posted 4 years ago

sixofsire:

meepmeepmeep:

newdawnfades:lacontessa:Jason Cantoro, Charms, 2009.via

Hey fellas…

Posted 4 years ago
Quando si tratta di leggere negli occhi di una donna, la maggior parte degli uomini è analfabeta.
Heidelinde Weis (via batchiara) (via kevantha) (via tiffany964)
Posted 4 years ago
Posted 4 years ago
Posted 4 years ago
Non esprimo giudizi sull’arresto per corruzione dell’assessore regionale lombardo Piergianni Prosperini. Ma esprimo disagio. Sì, mi fa davvero impressione che Prosperini sia entrato a far parte di una giunta regionale. Rispetto la volontà degli elettori, ci mancherebbe. Ma ricordo perfettamente di aver preso nel lontano 1992 la decisione di non invitarlo più a “Milano, Italia”, la trasmissione di Raitre che conducevo all’epoca, per l’incredibile volgarità e violenza verbale con cui metteva a disagio gli interlocutori di qualsiasi tendenza politica. Insultava, aggrediva. Il pubblico a casa talvolta ne traeva divertimento, com’è ovvio, ma il degrado trash lo retrocesse ben presto a ospite caratterista delle tv locali. Dove a nome di partiti diversi (Lega, Msi, An, Pdl più altre formazioni minori da lui fondate nel frattempo) incitava all’odio razziale e derideva chiunque gli sedesse di fronte. Ha preso i voti, certo, altrimenti non sarebbe diventato assessore al Turismo della Regione Lombardia. Ma io mi chiedo come avvenga la selezione della classe dirigente, se può favorire un tipo alla Prosperini rispetto ad altri esponenti della destra locale. Poco m’importa la nemesi storica per cui finisce in manette per tangenti un energumeno che diciassette anni fa strepitava minacce di forca ai politici corrotti dell’epoca. Questo in Italia è usuale. Ma il vero scandalo è che Prosperini faccia l’assessore.